Forum del Presepio Elettronico Multimediale (Il primo e unico) - Realizzazione di proiettore girevole
Forum del Presepio Elettronico Multimediale (Il primo e unico)

Forum del Presepio Elettronico Multimediale (Il primo e unico)
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 FORUM del Presepio Elettronico Multimediale
 PASSO PASSO. Tutorial sulla costruzione.
 Realizzazione di proiettore girevole
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

mcfive
Membro Master



Regione: Piemonte
Prov.: Torino


700 Messaggi

Inserito il - 15 febbraio 2010 : 17:59:32  Mostra Profilo Invia a mcfive un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Cari amici, finalmente sono riuscito a scattare qualche foto riguardante il proiettore girevole che avevo realizzato.
Riporto un po’ di foto tralasciando alcuni dettagli dandoli per scontate nella realizzazione, intendo dire i collegamenti elettrici, adeguamenti vari, dimensionamento fori ecc.


MATERIALE PRINCIPALE NECESSARIO
- Lamiera cm 40 x 20
- Proiettore da teatro facilmente reperibile nei mercatini dell’usato
- Motore da tergicristallo
- Alimentatore a corrente continua di circa 7 volt.
- 1 puleggia in acciaio con cuscinetto centrale reperibile in ferramenta
- n°5 ingranaggi in plastica rispettivamente da 100, 50, 45, 25 e 13 denti
- 2 relè a doppio contatto funzionanti a 220 volt.
- 4 interruttori micro


Immagine:

103,96 KB
Prendiamo la lamiera e pieghiamola a 90 gradi, ottenendo due facce da 20 x 20, questo pezzo costituisce la struttura portante di tutto il meccanismo.
Le dimensioni possono variare in funzione della grandezza del motore e dei vari pezzi da assemblare, ovviamente più è piccolo e meno peserà.
Su uno dei lati si provvederà a realizzare dei fori in prossimità degli angoli necessari al fissaggio del meccanismo per la sua messa in opera.

Immagine:

162,54 KB
Nella parte interna verranno posizionati il motore, relè ed alimentatore e i vari collegamenti elettrici

Immagine:

153,42 KB

Immagine:

151,12 KB
In questo caso ho usato dei relè dotati di “zoccolo” in maniera che in caso di necessità si è facilitati nella loro sostituzione

Immagine:

115,74 KB
Vista laterale dei relè e dei relativi zoccoli di supporto
Nella parte superire andiamo a posizionare i meccanismi necessari a ridurre la velocità di rotazione del motore.
Per fare ciò utilizziamo la serie di ruote dentate che vanno posizionate secondo il disegno che segue:

Immagine:

87,83 KB
Nella foto possiamo notare che le ruote dentate lavorano su diversi livelli per potersi innestare una con l'altra (il numero di denti può essere cambiato in relazione ai numero/giri/minuto del motore)

Immagine:

112,03 KB
La prima cosa fa fare è fissare la ruota da 100 denti sopra la puleggia, quest'ultima svolge un ruolo improprio in quanto viene sfruttato il cuscinetto mentre la puleggia come supporto del proiettore. Il cuscinetto agevola molto la rotazione mentre il supporto acciaioso della puleggia consentente il fissaggio della ruota dentata.
Vedi foto che segue

Immagine:

96,02 KB
Dopo aver fissato la prima ruota possiamo stabilire la corretta posizione degli altri ingranaggi e di conseguenza quella del motore. Questa fase va fatta con molta attenzione per evitare che il motore esca come ingombro dalla lamiera, inoltre và lasciato lo spazio necessario per fissare i relè e l'alimentatore.
Segnate con cura i fori degli assi di delle ruote per evitare giochi tra le diverse ruote dentate.
Trovata la giusta posizione, procediamo marcando i fori da fare, foriamo e ove necessari inseriamo gli opportuni spessori.
Poiché gli ingranaggi, fatta eccezione di quello grande, girano a secco, cioè senza cuscinetti, ma su dei semplici perni, usate la massima attenzione nell'utilizzare dei perni di giusta misura, meglio ancora se riuscite a realizzare delle bronzine.
Fortunato chi a un tornio.

Immagine:

79,55 KB
IL MECCANISMO VISTO DA UN’ALTRA ANGOLAZIONE
A questo punto dobbiamo forare e fissare il nostro proiettore sulla ruota portante dentata, sempre su questa realizziamo e fissiamo un pezzo di legno a forma di spicchio il cui angolo interno corrisponda all'ampiezza del percorso da far fare all'immagine che si intende proiettare,personalmente ho optato per un angolo di 60 gradi (vedi foto precedente)
Questo pezzo di legno, attiverà i fine corsa e a tal fine rinforzeremo il tratto terminale del legno quanto basti a permettere la chiusura di due interruttori micron posti all'esterno (due per parte).

Immagine:

32,78 KB

Immagine:

23,24 KB
PARTICOLARE DEL PEZZO IN LEGNO USATO COME FINE CORSA SU MICROINTERRUTTORI

Marchiamo e fissiamo a copie i microinterruttori, nel mio caso mi sono tornati molto comodi da usare come spessori i distanziali che vengono utilizzati in elettronica per fissare le schede.

Immagine:

28,81 KB
ECCO UNA VEDUTA DELLA PARTE MECCANICA REALIZZATA

NB: se necessario, dipende dal “gioco” che si viene a creare tra le diverse ruote dentate, assicurate una molla di durezza morbida alla puleggia e fissatela ad un punto fisso. Questa molla che si mette in tensione durante la rotazione evita la formazione di piccole pause durante la rotazione dovuta alla sommatoria delle tolleranze tra un dente e l’altro negli ingranaggi.

LA PARTE ELETTRICA
Purtroppo non sono in grado di riportarvi uno schema dell'impianto elettrico, per cui cercherò di farvi capire il principio di funzionamento.
Il motore utilizzato ha un funzionamento a corrente continua per cui, invertendo le polarità cambia il senso di rotazione.
Dando tensione alternativamente a due relè funzionanti a 220 Volt.(per esempio durante la fase notte ANDATA e durante fase giorno RITORNO si ottiene la chiusura di due distinti circuiti elettrici.
I microinterruttori quando attivati interrompono il ciclo in corso (ANDATA fase notte) lasciando chiuso l'altro circuito (RITORNO fase giorno) che si attiverà solo quando gli arriverà tensione dalla relativa fase funzionante a 220 Volt.
L'alimentatore del motore va sempre tenuto sotto tensione, saranno i relè che eccitati alternativamente faranno avviare il motore in andata e ritorno
A seconda della necessità occorrerà collegare e dare tensione alla lampada del proiettore per illuminare l'immagine nella fase voluta.
A tal fine per evitare che con l'andare del tempo il filo elettrico si deteriori o si strappi, fate un foro nella carcassa metallica dove uscirà il nostro cavo di alimentazione e inserite una molla di diametro adeguato avvitandola, la molla farà da supporto al cavo evitandogli delle strozzature.

NB: NON DATE MAI ALIMENTAZIONE CONTEMPORANEAMENTE AI DUE RELE', RISCHIATE UN CORTOCIRCUITO

Immagine:

23,56 KB
USCITA CAVO DI ALIMENTAZIONE PER LA LAMPADA DEL PROIETTORE INSERIMENTO DELLA MOLLA DI PROTEZIONE

Immagine:

25,7 KB
Alla fine del lavoro realizzate una scatolotto di legno di misure adeguate per proteggere i vari meccanismi.
Lo scatolotto verrà fissato con delle piccole viti al telaio metallico

Immagine:

39,69 KB

ECCO IL PROIETTORE FINITO
In questo tipo di proiettore potete inserire qualsiasi diapositiva (cometa sole luna ecc.) ed eseguire la necessaria messa fuoco che cambierà a seconda della distanza tra il proiettore e il fondale del vostro presepe

Immagine:

39,04 KB

Modificato da - mcfive in Data 26 dicembre 2018 19:35:58

orlando82
Moderatore


Prov.: Rovigo
Città: lendinara


1466 Messaggi

Inserito il - 15 febbraio 2010 : 18:58:51  Mostra Profilo Invia a orlando82 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Che gran bel lavoro....cavoli...complimenti!! e sopratutto grazie...

Il presepio più bello è sempre quello che devi ancora fare
Torna all'inizio della Pagina

Pierchi
Membro Master

Prov.: Brescia


493 Messaggi

Inserito il - 15 febbraio 2010 : 20:14:14  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Pierchi Invia a Pierchi un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
non posso far altro che farti i migliori complimenti

ottima guida!



2 curiosità... quegli ingranaggi, di quanto riducono il moto? inoltre, perchè 4 finecorsa invece che 2?
Torna all'inizio della Pagina

jacobrs
Membro Master



Regione: Puglia
Prov.: Bari
Città: Trani


1181 Messaggi

Inserito il - 16 febbraio 2010 : 00:38:58  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di jacobrs Invia a jacobrs un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Bellissimo....Complimenti...

La magia di una notte.
Torna all'inizio della Pagina

mcfive
Membro Master



Regione: Piemonte
Prov.: Torino


700 Messaggi

Inserito il - 16 febbraio 2010 : 08:38:59  Mostra Profilo Invia a mcfive un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Per PIERCI
è passato del tempo e non mi ricordo i numero di giri che faceva in origine il motorino, posso dirti che giocando tra ingranaggi e alimentazione (il motore va a 12 volt, io per rallentarlo un pò ho messo un alimentatore da 7 volt) ho portato il numero di circa 1 o 2 RPM, io proietto nuvole e cometa quindi vanno molto piano.
Per quanto riguarda i fine corsa, probabilmente ne bastano 2, ma siccome non sono afferrato in elettrotecnica ho optato per interrompere tutte le due fasi tenuto conto che il meccanismo è poi collegato alla centralina elettronica e volevo evitare possibili ritorni di corrente nelle singole fasi con possibili bruciature della centralina elettronica.

Torna all'inizio della Pagina

cutex
Moderatore



Regione: Lombardia
Prov.: Brescia
Città: Gussago


779 Messaggi

Inserito il - 16 febbraio 2010 : 09:02:30  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di cutex  Rispondi Quotando
Ottimo, proprio un bel lavoro.
Se hai problemi ho uno schema con 2 relé che permettono di raggiungere i due punti decisi con i fine corsa. Permette di staccare l'alimentazione e invertire la corsa. Inoltre in funzione di dove si trova, indipendentemente dall'ingresso (che e' isolato dal resto tramite uno dei due relé) si posiziona da solo nella "posizione" principale; a meno che sia attivato l'ingresso e si porterà nella posizione opposta. Il mio circuito attiva/disattiva il 12V per evitare di staccare il 230V che genera disturbi.
E' come il tuo lavoro ma uno schema serve a più utenti.
Ti consiglio di inserire un condensastore da 100nF in parallelo al motore per ridurre i disturbi.

Puo' essere che hai una riduzione di 65 a 1000 della velocità del pignone del motore (già ridotto internamente)?







www.presepiodicignano.it
www.maringudelpresepio.it



Saluti da cutex
-:- moderatus hic forum est -:-
Torna all'inizio della Pagina

mcfive
Membro Master



Regione: Piemonte
Prov.: Torino


700 Messaggi

Inserito il - 16 febbraio 2010 : 09:33:34  Mostra Profilo Invia a mcfive un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Grazie Cutex, ti ricordi i famosi disturbi di cui ti avevo acennato ? potrebbero essere causati da questi movimenti?
non ho ancora aperto le centraline, in ogni caso provvedo ad inserire il condensatore.
Mettiamo a disposizione il tuo schema, mi sembra interssante.
Per le riduzioni, puo essere, lo detto non mi ricordo, potrei farlo girare un attimo e cronografo alla mano conto i giri del motore e poi quello del proiettore.

Torna all'inizio della Pagina

cua488
Membro Senior


Prov.: Torino
Città: Azeglio


202 Messaggi

Inserito il - 16 febbraio 2010 : 10:31:06  Mostra Profilo Invia a cua488 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
grande MCFIVE come annunciatomi hai inserito una stupenda guida... davvero molto molto utile, aspetto lo schema di cutex...ciao a tutti

Cua
Torna all'inizio della Pagina

cutex
Moderatore



Regione: Lombardia
Prov.: Brescia
Città: Gussago


779 Messaggi

Inserito il - 16 febbraio 2010 : 12:11:20  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di cutex  Rispondi Quotando
Ecco lo schema:

http://www.presepiodicignano.it/PROIETTORE_GIREVOLE.PDF

Fatene buon uso/modifiche/prove!



www.presepiodicignano.it
www.maringudelpresepio.it



Saluti da cutex
-:- moderatus hic forum est -:-
Torna all'inizio della Pagina

mcfive
Membro Master



Regione: Piemonte
Prov.: Torino


700 Messaggi

Inserito il - 16 febbraio 2010 : 12:36:29  Mostra Profilo Invia a mcfive un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Questa si che è collaborazione.
Ben organizzati si potrebbe lanciare un presepe sulla luna!!!!
Torna all'inizio della Pagina

sottobosco
Membro Master


Prov.: Taranto
Città: manduria


475 Messaggi

Inserito il - 16 febbraio 2010 : 15:13:55  Mostra Profilo Invia a sottobosco un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
mc su cosa sono poggiati gli ingranaggi di stampante che permette la loro rotazione?

sottobosco, luce nel bosco.

Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile.
San Francesco
Torna all'inizio della Pagina

mcfive
Membro Master



Regione: Piemonte
Prov.: Torino


700 Messaggi

Inserito il - 16 febbraio 2010 : 15:43:56  Mostra Profilo Invia a mcfive un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Gli ingranaggi solo in parte provengono da stampanti, cosa intendi su cosa sono poggiati?
Torna all'inizio della Pagina

sottobosco
Membro Master


Prov.: Taranto
Città: manduria


475 Messaggi

Inserito il - 16 febbraio 2010 : 22:51:03  Mostra Profilo Invia a sottobosco un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
volevo capire il tipo di fissaggio che hai usato per permettere di girare liberamente ogni ingranaggio.Spero di essermi spiegato.

sottobosco, luce nel bosco.

Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile.
San Francesco
Torna all'inizio della Pagina

mcfive
Membro Master



Regione: Piemonte
Prov.: Torino


700 Messaggi

Inserito il - 17 febbraio 2010 : 08:50:38  Mostra Profilo Invia a mcfive un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ok.
Come ho scritto, gli ingranaggi sono montati a secco cioè senza cuscinetti, il perno su cui ruotano sono delle vita a brugola in acciaio inox. Generalmente questo tipo di viti hanno il primo tratto senza filetto, ciò consente di eliminare buona parte dell'attrito provocato dalla presenza di filettature.
Può capitare di avere il foro della ruota troppo grosso, in questo caso si tratta di cercare un tubo di diametro esterno che entri esattamente nel foro e, che abbia il foro interno uguale al diametro della vite.
Ecco perché ho detto che se uno ha un tornio è l'ideale.

Torna all'inizio della Pagina

omarpreziuso
Membro Master

Prov.: Foggia
Città: Lucera


967 Messaggi

Inserito il - 17 marzo 2010 : 23:04:33  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
bravo amico mc , è un proiettore da oscar..

Omar Preziuso
Torna all'inizio della Pagina

Amministratore
Responsabile Forum


Prov.: Roma
Città: Roma


3407 Messaggi

Inserito il - 18 marzo 2010 : 12:08:53  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Amministratore Invia a Amministratore un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Bravo !

La teoria è quando si sa tutto ma non funziona niente. La pratica è quando funziona tutto ma non si sa il perchè.
In ogni caso si finisce sempre a coniugare la teoria con la pratica: non funziona niente e non si sa il perchè.
Albert Einstein
E’ meglio stare in silenzio ed apparire stupidi piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio.
Albert Einstein
L'uomo incontra Dio dietro ogni porta che la scienza riesce ad aprire.
Albert Einstein

Torna all'inizio della Pagina

cavuby
Membro Master


Prov.: Pisa
Città: Calcinaia


303 Messaggi

Inserito il - 05 ottobre 2010 : 17:05:10  Mostra Profilo Invia a cavuby un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ottimo Mcfive una buona guida ed un ottimo lavoro

Cavuby
Torna all'inizio della Pagina

mike59
Membro Master



Regione: Piemonte
Prov.: Torino
Città: San Mauro Torinese


2024 Messaggi

Inserito il - 16 settembre 2011 : 00:11:01  Mostra Profilo Invia a mike59 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Sei il migliore,quante notti passate a provare e poi da seduti osservare la cometa che attraversava tutto il Presepio,grazie alla tua invenzione.
Un abbraccio.
Mike59

''Quell'attimo di ammirazione silente davanti al Presepio è una preghiera che sale al cielo e si unisce al coro del Gloria''.
Torna all'inizio della Pagina

mifo
Membro Master



Regione: Puglia
Prov.: Taranto
Città: Manduria


762 Messaggi

Inserito il - 11 dicembre 2012 : 23:42:50  Mostra Profilo Invia a mifo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da mcfive

Cari amici, finalmente sono riuscito a scattare qualche foto riguardante il proiettore girevole che avevo realizzato.
Riporto un po’ di foto tralasciando alcuni dettagli dandoli per scontate nella realizzazione, intendo dire i collegamenti elettrici, adeguamenti vari, dimensionamento fori ecc.


MATERIALE PRINCIPALE NECESSARIO
- Lamiera cm 40 x 20
- Proiettore da teatro facilmente reperibile nei mercatini dell’usato
- Motore da tergicristallo
- Alimentatore a corrente continua di circa 7 volt.
- 1 puleggia in acciaio con cuscinetto centrale reperibile in ferramenta
- n°5 ingranaggi in plastica rispettivamente da 100, 50, 45, 25 e 13 denti
- 2 relè a doppio contatto funzionanti a 220 volt.
- 4 interruttori micro


Immagine:

103,96 KB
Prendiamo la lamiera e pieghiamola a 90 gradi, ottenendo due facce da 20 x 20, questo pezzo costituisce la struttura portante di tutto il meccanismo.
Le dimensioni possono variare in funzione della grandezza del motore e dei vari pezzi da assemblare, ovviamente più è piccolo e meno peserà.
Su uno dei lati si provvederà a realizzare dei fori in prossimità degli angoli necessari al fissaggio del meccanismo necessari per la sua messa in opera.

Immagine:

162,54 KB
Nella parte interna verranno posizionati il motore, relè ed alimentatore e i vari collegamenti elettrici

Immagine:

153,42 KB

Immagine:

151,12 KB
In questo caso ho usato dei relè dotati di “zoccolo” in maniera che in caso di necessità si è facilitati nella loro sostituzione

Immagine:

115,74 KB
Vista laterale dei relè e dei relativi zoccoli di supporto
Nella parte superire andiamo a posizionare i meccanismi necessari a ridurre la velocità di rotazione del motore.
Per fare ciò utilizziamo la serie di ruote dentate che vanno posizionate secondo il disegno che segue:

Immagine:

87,83 KB
Nella foto possiamo notare che le ruote dentate lavorano su diversi livelli per potersi innestare una con l'altra (il numero di denti può essere cambiato in relazione ai numero/giri/minuto del motore)

Immagine:

112,03 KB
La prima cosa fa fare è fissare la ruota da 100 denti sopra la puleggia, quest'ultima svolge un ruolo improprio in quanto viene sfruttato il cuscinetto mentre la puleggia come supporto del proiettore. Il cuscinetto agevola molto la rotazione mentre il supporto acciaioso della puleggia consentente il fissaggio della ruota dentata.
Vedi foto che segue

Immagine:

96,02 KB
Dopo aver fissato la prima ruota possiamo stabilire la corretta posizione degli altri ingranaggi e di conseguenza quella del motore. Questa fase va fatta con molta attenzione per evitare che il motore esca come ingombro dalla lamiera, inoltre và lasciato lo spazio necessario per fissare i relè e l'alimentatore.
Segnate con cura i fori degli assi di delle ruote per evitare giochi tra le diverse ruote dentate.
Trovata la giusta posizione, procediamo marcando i fori da fare, foriamo e ove necessari inseriamo gli opportuni spessori.
Poiché gli ingranaggi, fatta eccezione di quello grande, girano a secco, cioè senza cuscinetti, ma su dei semplici perni, usate la massima attenzione nell'utilizzare dei perni di giusta misura, meglio ancora se riuscite a realizzare delle bronzine.
Fortunato chi a un tornio.

Immagine:

79,55 KB
IL MECCANISMO VISTO DA UN’ALTRA ANGOLAZIONE
A questo punto dobbiamo forare e fissare il nostro proiettore sulla ruota portante dentata, sempre su questa realizziamo e fissiamo un pezzo di legno a forma di spicchio il cui angolo interno corrisponda all'ampiezza del percorso da far fare all'immagine che si intende proiettare,personalmente ho optato per un angolo di 60 gradi (vedi foto precedente)
Questo pezzo di legno, attiverà i fine corsa e a tal fine rinforzeremo il tratto terminale del legno quanto basti a permettere la chiusura di due interruttori micron posti all'esterno (due per parte).

Immagine:

32,78 KB

Immagine:

23,24 KB
PARTICOLARE DEL PEZZO IN LEGNO USATO COME FINE CORSA SU MICROINTERRUTTORI

Marchiamo e fissiamo a copie i microinterruttori, nel mio caso mi sono tornati molto comodi da usare come spessori i distanziali che vengono utilizzati in elettronica per fissare le schede.

Immagine:

28,81 KB
ECCO UNA VEDUTA DELLA PARTE MECCANICA REALIZZATA

NB: se necessario, dipende dal “gioco” che si viene a creare tra le diverse ruote dentate, assicurate una molla di durezza morbida alla puleggia e fissatela ad un punto fisso. Questa molla che si mette in tensione durante la rotazione evita la formazione di piccole pause durante la rotazione dovuta alla sommatoria delle tolleranze tra un dente e l’altro negli ingranaggi.

LA PARTE ELETTRICA
Purtroppo non sono in grado di riportarvi uno schema dell'impianto elettrico, per cui cercherò di farvi capire il principio di funzionamento.
Il motore utilizzato ha un funzionamento a corrente continua per cui, invertendo le polarità cambia il senso di rotazione.
Dando tensione alternativamente a due relè funzionanti a 220 Volt.(per esempio durante la fase notte ANDATA e durante fase giorno RITORNO si ottiene la chiusura di due distinti circuiti elettrici.
I microinterruttori quando attivati interrompono il ciclo in corso (ANDATA fase notte) lasciando chiuso l'altro circuito (RITORNO fase giorno) che si attiverà solo quando gli arriverà tensione dalla relativa fase funzionante a 220 Volt.
L'alimentatore del motore va sempre tenuto sotto tensione, saranno i relè che eccitati alternativamente faranno avviare il motore in andata e ritorno
A seconda della necessità occorrerà collegare e dare tensione alla lampada del proiettore per illuminare l'immagine nella fase voluta.
A tal fine per evitare che con l'andare del tempo il filo elettrico si deteriori o si strappi, fate un foro nella carcassa metallica dove uscirà il nostro cavo di alimentazione e inserite una molla di diametro adeguato avvitandola, la molla farà da supporto al cavo evitandogli delle strozzature.

NB: NON DATE MAI ALIMENTAZIONE CONTEMPORANEAMENTE AI DUE RELE', RISCHIATE UN CORTOCIRCUITO

Immagine:

23,56 KB
USCITA CAVO DI ALIMENTAZIONE PER LA LAMPADA DEL PROIETTORE INSERIMENTO DELLA MOLLA DI PROTEZIONE

Immagine:

25,7 KB
Alla fine del lavoro realizzate una scatolotto di legno di misure adeguate per proteggere i vari meccanismi.
Lo scatolotto verrà fissato con delle piccole viti al telaio metallico

Immagine:

39,69 KB

ECCO IL PROIETTORE FINITO
In questo tipo di proiettore potete inserire qualsiasi diapositiva (cometa sole luna ecc.) ed eseguire la necessaria messa fuoco che cambierà a seconda della distanza tra il proiettore e il fondale del vostro presepe

Immagine:

39,04 KB




Mica lo venderesti vero Mc?

Se conosci i come, avrai sempre un lavoro, ma se conosci i perchè...sarai una grande guida!
L'uomo non smette di giocare perché invecchia, ma invecchia perché smette di giocare.
Torna all'inizio della Pagina

Antonio Fineo
Membro Senior

Prov.: Bari
Città: Altamura


273 Messaggi

Inserito il - 13 dicembre 2012 : 19:52:39  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Antonio Fineo Invia a Antonio Fineo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Madoooooooooooo tra tutti quei fili e ingranaggi.....IMPAZZIREI
Torna all'inizio della Pagina

mcfive
Membro Master



Regione: Piemonte
Prov.: Torino


700 Messaggi

Inserito il - 14 dicembre 2012 : 09:06:16  Mostra Profilo Invia a mcfive un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ing. non spaventarti non è niente di complicato, più semplice che calcolare una trave in c.a.
Torna all'inizio della Pagina

mifo
Membro Master



Regione: Puglia
Prov.: Taranto
Città: Manduria


762 Messaggi

Inserito il - 10 gennaio 2014 : 15:54:48  Mostra Profilo Invia a mifo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
avrei bisogno di sapere cosa è stato utilizzato come zoom, io sono riuscito a fare il meccanismo e tutto.
Se usassi una lente di una dimensione ed una più piccola mi fungerebbe da zoom?

Se conosci i come, avrai sempre un lavoro, ma se conosci i perchè...sarai una grande guida!
L'uomo non smette di giocare perché invecchia, ma invecchia perché smette di giocare.

Modificato da - mifo in data 10 gennaio 2014 16:19:59
Torna all'inizio della Pagina

mcfive
Membro Master



Regione: Piemonte
Prov.: Torino


700 Messaggi

Inserito il - 10 gennaio 2014 : 16:28:12  Mostra Profilo Invia a mcfive un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Sull'uso delle lenti non saprei dirti.
In ogni caso non è un zoom ma un meccanismo di messa a fuoco.
Potresti usare un vecchio proiettore per diapositive se non trovi i faretti da discoteca come quelli che ho ustao io.
Mc Five

Nella storia di ognuno di noi c’è sempre un presepio, ricordi e frammenti di un passato che la tradizione ci ha tramandato nel suo significato più genuino di pace, intatto fino ai nostri giorni.
Torna all'inizio della Pagina

mifo
Membro Master



Regione: Puglia
Prov.: Taranto
Città: Manduria


762 Messaggi

Inserito il - 10 gennaio 2014 : 16:38:50  Mostra Profilo Invia a mifo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
spiegami questi fareti quali sono, i proiettori vecchi che ho trovato in giro vanno dalla 80 alle150 euro, che a questo punto ho poco risparmio, mi converrebbe comprare direttamente quello frisa... ma non vorei spendere altri soldi.
Pensavo se due lenti di simensione diversa messi in tubi potessero se ravvicinati o allontanati fungessero da zoom.

Se conosci i come, avrai sempre un lavoro, ma se conosci i perchè...sarai una grande guida!
L'uomo non smette di giocare perché invecchia, ma invecchia perché smette di giocare.
Torna all'inizio della Pagina

mcfive
Membro Master



Regione: Piemonte
Prov.: Torino


700 Messaggi

Inserito il - 10 gennaio 2014 : 16:51:48  Mostra Profilo Invia a mcfive un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Trattasi di proiettore da teatro, noi li troviamo nei mercatini di roba usata, valore intoro ai 25 euro, ne esistono anche di dimensioni più ridotte.
Per le lenti devi fare delle prove, vedi se trovi un vecchio proiettore per diapo ormai non si usano più , dovresti trovarli facilmente.

Nella storia di ognuno di noi c’è sempre un presepio, ricordi e frammenti di un passato che la tradizione ci ha tramandato nel suo significato più genuino di pace, intatto fino ai nostri giorni.
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:

Chiudi Finestra (termina)